Fisco: modello Unico cambia nome, arriva Redditi

Dopo molti anni il modello “Unico” va in pensione, per lasciar spazio al nuovo modulo “Redditi”. La modifica è stata effettuata perché la dichiarazione Iva non può essere più presentata in forma unificata insieme alla dichiarazione dei redditi. Sono disponibili sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate la bozza e le istruzioni della dichiarazione redditi persone fisiche 2017, da utilizzare per il periodo d’imposta 2016. Tra le varie novità apportate da Redditi, troviamo i premi di risultato, lo School Bonus, il rinnovo detrazioni per la ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica, e Patent box.

  • Premi di risultato: l’agevolazione prevede la tassazione al 10% per i premi di produttività ai dipendenti che guadagnano un massimo di 50.000 € annuali. Il premio può arrivare a 2000 € , che diventano 2500 €, nelle imprese che prevedono il coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro.
  • School bonus: consente un credito d’imposta pari al 65% dell’importo devoluto, a chi effettua erogazioni liberali a sostegno delle scuole.
  • Rinnovo detrazioni per la ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica: gli interventi che interessano gli edifici e quelli rivolti a migliorare la prestazione energetica, beneficiano di una maggiorazione: lo sgravio fiscale può arrivare fino al 70% della spesa, se gli interventi avranno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio e al 75% se il lavoro sarà finalizzato a migliorare la prestazione energetica sia invernale che estiva.
  • Patent box: prevede l’esclusione dall’imposizione fiscale di parte dei redditi provenienti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, brevetti industriali, marchi, compresi quelli commerciali, disegni e modelli, processi, formule e informazioni relative ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili. In Redditi 2017, nel quadro di determinazione del reddito d’impresa (quadro RF,ndr), è stato inserito un campo per l’indicazione della quota di reddito agevolabile corrispondente ai periodi d’imposta compresi tra la data di presentazione dell’istanza di ruling e la data di sottoscrizione dell’accordo, al fine di consentire l’accesso al beneficio Patent box fin dal periodo d’imposta in cui è stata presentata l’istanza.
145 Total Views 2 Views Today